Posted by: tonuzzu | 03/05/2009

Mon tour

laronda
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
e fui contento, perché rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere gli omosessuali,
e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi.

Poi vennero a prendere i comunisti,
ed io non dissi niente, perché non ero comunista.

Un giorno vennero a prendere me,
e non c’era rimasto nessuno a protestare.

B. Brecht (Berlino, 1932)


Responses

  1. La poesia di Brecht è esaustiva, non c’è bisogno di dire altro: purtroppo il livello di ignoranza e di intolleranza italiana è a livelli storici, e ci riduciamo alle ronde per controllare fenomeni di cui siamo, anche se in minima parte, causa. Da meridionale, sento la questione particolarmente personale: quando sento un napoletano, un palermitano o un calabrese che inneggia al razzismo, mi viene da rificcargli in bocca quello che ha vomitato, e fargli pensare quando gli immigrati eravamo noi, e non in America, ma in casa nostra. Vergognoso.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Categories

%d bloggers like this: