Posted by: tonuzzu | 26/03/2009

Astronave Terra

Non è vero che siamo costretti a importare energia nucleare ad alto costo dalla Francia perché abbiamo rinunciato a produrla in casa in seguito al veto degli ambientalisti. E non è vero che per produrre quantità consistenti di energia elettrica bisognerebbe ricoprire tutta l’Italia di pannelli fotovoltaici. La Francia ci vende di notte a prezzi scontati l’energia in surplus delle sue centrali atomiche perché non le può spegnere e per soddifare l’intero fabbisogno elettrico della Penisola con energia solare (attraverso le attuali tecnologie) sarebbe sufficiente solo una superficie pari alla provincia di Piacenza. Questi sono due dei tanti miti sulla produzione e il consumo dell’energia che Nicola Armaroli e Vincenzo Balzani sfatano nel loro bel libro Energia per l’ astronave Terra (Zanichelli, 11,50 euro). Un libro chiaro e documentato, ideale per chi vuole farsi un’idea di base sul problema energetico e le sue interconnessioni con ambiente, econonomia e società. Un testo appassionato che non scivola mai però in eccessi di ottimismo o catastrofismo. E che ci ricorda come il solare non solo è l’unica alternativa energetica sostenibile per il futuro, ma contiene in sé anche una grande promessa di maggiore democrazia e giustizia sociale. Segue una intervista con gli autori.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Categories

%d bloggers like this: