Posted by: tonuzzu | 18/11/2008

COMANDANTE BARACK?

Quello della foto in basso è un aereo radio comandato, il modello si chiama Predator, probabilmente viene guidato da una stazione militare in Nebraska, ma i suoi missili (Hellfire) li lancia sopra uno stato sovrano: Il Pakistan. C’ è chi mette le bombe, chi i morti. Viva la guerra simmetrica.

Predator aircraft

Il governo del Pakistan ha inoltrato la solita formale protesta all’ambasciata Usa di Islamabad, ma i raid sono continuati anche in Novembre in piena campagna elettorale.

22 raid aerei in tre mesi, questo è il pedante elenco (fonte: peacereporter.it):
Agosto.
12: missili Usa sul villaggio di Shnawana, Sud Waziristan. 12 morti
20: missili Usa sul villaggio di Zari Noor, Sud Waziristan. 12 morti
27: missili Usa sul villaggio di Ganghikhel, Sud Waziristan. 4 feriti
30: missili Usa sul villaggio di Korzai, Sud Waziristan. 5 morti
31: missili Usa sul villaggio di Ghundi, Nord Waziristan. 6 morti
Settembre.
3: forze speciali Usa nel villaggio di Angoor Ada, Sud Waziristan. 20 morti
4: missili Usa sul villaggio di Achar Khel, Nord Waziristan. 7 morti
5: missili Usa sul villaggio di Al Must, Nord Waziristan. 6 morti
8: missili Usa sul villaggio di Daande Darpkhel, Nord Waziristan. 23 morti
12: missili Usa sul villaggio di Tole Khel, Nord Waziristan. 12 morti
17: missili Usa sul villaggio di Baghar Cheena, Sud Waziristan. 13 morti
30: missili Usa sul villaggio di Khusali Toorikhel, Nord Waziristan. 6 morti
Ottobre.
3: missili Usa sul villaggio di Datta Khel, Nord Waziristan. 21 morti
9: missili Usa sul villaggio di Ghundai, Nord Waziristan. 9 morti
11: missili Usa sul villaggio di Asori, Nord Waziristan. 5 morti
16: missili Usa sul villaggio di Saam, Sud Waziristan. 6 morti
23: missili Usa sul villaggio di Daande Darpkhel, Nord Waziristan. 10 morti
26: missili Usa sul villaggio di Manduta, Sud Waziristan. 20 morti
31: missili Usa sul villaggio di Dhok, Sud Waziristan, 7 morti
31: missili Usa sul villaggio di Mir Ali, Nord Waziristan, 28 morti
Novembre.
7: missili Usa sul villaggio di Kumshaam, Nord Waziristan, 14 morti
14: missili Usa sul villaggio di Ghari Wam, Nord Waziristan

Guardo questi numeri, li leggo tutti. Formulo domande e te le rivolgo. Caro Barack il tuo slogan, Change, significa la fine della “Gwt”, la guerra globale al terrorismo? Non mi vuoi mica prendere per il culo cambiando i campi di battaglia su cui verrà d’ ora in poi combattuta la guerra? Non lo farai vero? L’ Agosto scorso avevi detto: “Noi porteremo avanti una guerra che deve essere vinta”, lo dicevi perché eri in campagna elettorale, non è vero Barack? Si tratava di strategie elettorali, non è così Barack? Non mi venire con la retorica del campo di battaglia sbagliato e con la certezza che bisogna combattere in quello giusto (Afghanistan, Pakistan). Voglio essere chiaro: non ti venga di pensare che su quelle montagne si nascondino i terroristi che hanno ucciso 3 mila americani e pianificano di colpire ancora. Non parlare a quel modo Barack, lo sai vero che non esiste più bianco di un negro che parla come un bianco.
Il 10 Agosto Musharaf (presidente Pakistano) si è dimesso e CIA e Pentagono hanno iniziato una campagna di bombardamenti missilistici sulle Aree Tribali pachistane senza precedenti per la loro frequenza: 19 raid in due mesi, che hanno causato la morte di almeno 150 civili. Ancora in campagna avevi detto: “In Afghanistan abbiamo bisogno di più truppe, più elicotteri. Bisogna inviare almeno due brigate da combattimento supplementari (circa 8 mila soldati, ndr)”. Dopo meno di due mesi, i 9 settembre, Bush si è mosso in questa direzione, annunciando il ritiro di 8 mila uomini dall’Iraq e l’invio in Afghanistan di 4.500 uomini entro gennaio, dicendo che altri rinforzi seguiranno nella prima metà del 2009. Barack non ci tirare scherzetti che ti sgamiamo subito, crediamo vogliamo credere che certe cose le hai dette solo per ragioni elettorali.
Ma c’ è una cosa che mi inquieta enormemente. Perché non diffidi del generale Petraeus? Diffida dello stratega militare supremo del tuo paese, colui che ha il comando centrale strategico delle forze armate USA, “competente” per le operazioni in Medio Oriente e Asia Centrale e Meridionale. Non vedi che ha portato allo sbaraglio le tue milizie in Iraq?

Obama in volo con Petraeus

Poi spiegami Barack perché ti sei scelto quell’ altro mentore del vecchio Zbigniew Brzezinski. Quello li è un dinosauro dai denti affilati, fu lui che in qualità di Consigliere per la Sicurezza Nazionale del presidente Jimmy Carter, ideò l’ operazione ciclone con cui la Cia arruolò, armò e addestrò i futuri terroristi islamici (Bin Laden compreso).

Zbigniew Brzezinski è stato consigliere di Kennedy, Carter e Clinton…pure Obama?

Barack no ci prendere per il culo. I tuoi concittadini ti hanno votato anche perché eri giovane, quindi perché diavolo ti fai assessorare da questi guerrafondai post-guerra fredda? Un’altra visione Imperiale non l’ hai Barack? Brzezinski è poi fondatore di quella mostruosità che si chiama Commissione Trilaterale, quel club mostruoso. Altro che le riunioni del G8 o quelle del World Economic Forum de Davos che sono oggetto di grande attenzione dei mass media e di qualche incappucciato sfigato che spacca vetrine. Quelle della Commissione Trilaterale, assai più importanti per le sorti del mondo, avvengono invece nel silenzio mediatico più totale. Nessuno se ne accorge, nessuno ne parla, nessuno protesta contro questo organo privato di concertazione e orientamento della politica mondiale che riunisce l’élite politico-economica di Stati Uniti, Europa e Giappone (da cui il nome): duecento tra capi di Stato e di governo, ministri, grandi banchieri, manager delle più grandi multinazionali, economisti, militari si riuniscono ogni anno per quattro giorni in una città della triade, per decidere a porte chiuse le linee guida di politica internazionale ed economica che i singoli governi devono poi seguire.
Questi sono completamente dei vanagloriosi, credono che questa cittadella trilaterale sia un luogo protetto dove “ i migliori” nella loro ispirata superiorità, elaborano criteri per poi inspirarli verso il basso. Barack ricorda che Zbigniew Brzezinski è grande amicone di David Rockefeller, patriarca della potente dinastia bancaria e convinto ‘mondialista’.

David Rockefeller

Su Le Monde Diplomatique del novembre 2003, l’autore di un articolo sulla Commissione Trilaterale – il professore Olivier Boiral – scriveva: “Come i re filosofi della città platonica, che contemplavano il mondo delle idee per infondere la loro trascendente saggezza nella gestione degli affari terrestri, l’élite che si riunisce all’interno di questa istituzione molto poco democratica si adopera nel definire i criteri di un ‘buon governo’ internazionale. Veicola un ideale platonico di ordine e controllo, assicurato da una classe privilegiata di tecnocrati che mette la propria competenza e la propria”.

Platone

Personalmente Barack, penso che la Terra non abbiamo bisogno ne di me ne di te, penso invece che siamo noi ad avere bisogno di lei. Scegliti i tuoi maestri, non li fare coincidere con quelli dei tuoi predecessori, fidati dei tuoi ricordi più antichi. Hai un trascorso quasi avventuroso, non cercare la gloria del Impero, la terra non ha bisogno dell’ Impero, è l’ Impero che ha bisogno di lei. Dal Africa da dove vieni tu la gente ha sempre vissuto al margine del potere. Sei figlio di quelle latitudini per questo non avere fiducia degli attori che si muovono nella scena, rischi di fissarti nelle ombre platoniche che producono. Ombre che forse non esistono, nel senso più materialista del termine, pero che ci sono.I tuoi maestri sono altrove.

Bushman comunity in central kalahari


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Categories

%d bloggers like this: